LA Zona Cieca

LA Zona Cieca

Language: English

Pages: 0

ISBN: 8845260011

Format: PDF / Kindle (mobi) / ePub

LA Zona Cieca

Language: English

Pages: 0

ISBN: 8845260011

Format: PDF / Kindle (mobi) / ePub


Mrs. Kimble

Raising Jake

The Makioka Sisters

Making Waves

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

solo preoccupare, che a quattordici anni è scappato di casa per la prima volta e non ha mai smesso di farlo, uno che oggi non ha nemmeno un posto fisso. – Ma se tua madre si ritaglia tutti gli articoli che parlano di te e se li conserva! Hai due genitori pazzi di te, da qualche parte secondo me lo sai pure tu. – E allora prendi Gabri. Avrebbe potuto avere una vita diversa se io non fossi mai esistito, me lo ripete in continuazione. Conta che per metà è americana ed è perfettamente bilingue:

facile. Meglio ancora tutte e due insieme. – Insomma il tuo problema è che la tana ti sta stretta ma la foresta ti sembra troppo grande. – Proprio così. Brava. – Non è mia, è una citazione. – Lo dice Hillman nel saggio sul Puer Aeternus, immagino. L’Uomo Fanciullo che allude, illude e delude. – No. – E chi, allora? – Britney Spears. In un’intervista. Erano i primi giorni di novembre, la campagna era diventata tutta gialla e i sentieri che avevamo scoperto pochi mesi prima adesso

accartocciati in una busta, un po’ in uno zaino, un po’ per terra, dove capita. Lo trovo sul divano, che dorme. Ha la bocca aperta e russa. Sul pavimento qualche filtro di sigaretta, nella tazza con i gatti dove bevevo il latte da piccola ci sono i mozziconi di una ventina di canne. Da qualche parte, nel sonno, si accorge che sono tornata. Ciao piccola, mastica. Gli carezzo la testa e lui scatta in piedi, impaurito. Che c’è?, domanda. Niente, c’è che ti amo, gli dico io. Lo sai che non devi

le sapresti mai fare tu certe cose, senza rimetterci la ragione. Apparentemente sfodera sempre una totale assenza di gelosia nei miei confronti e una grande apertura verso le possibilità che avrei di avere altre storie. – Mica sono scemo, – dice, – lo vedo come ti guardano per strada gli uomini, lo sento quanto squilla il tuo cellulare, l’ho notato quel mazzo di rose esagerato che ti è arrivato l’altro giorno. Figurati. Ma so che se anche tu fossi la donna di ognuno dei tuoi corteggiatori io

mozzicone di telefonata con Lorenzo. Andiamo a mangiare in una trattoria del Ghetto. – Finalmente possiamo ubriacarci come si deve, – dico io. – È vero, – dice lui, – anche se a me il Tavernello era sembrato perfino buono, quel giorno. – Non è possibile. – Toni mi guarda stupefatto e come al solito si esprime con un’enfasi eccessiva. Il più delle volte è tutta una commedia e in realtà sono poche le cose capaci realmente di stupirlo. Questa però sembra proprio una di quelle. – E invece è

Download sample

Download